Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Daniela Preite

Daniela Preite
autore
Maggioli Editore
Daniela Preite (PhD in Economia Aziendale) è Professore Aggregato di Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Milano e Affiliate Professor of Government, Health and Not for Profit presso SDA Bocconi School of Management. Le sue ricerche si concentrano su diversi campi, tra cui contabilità e bilancio, programmazione e controllo, performance management, accountability e bilancio sociale, collaborazioni profit/ non profit e pubblico/non profit e gestione del personale.

Titoli dell'autore

Società in-house per la gestione dei rifiuti solidi urbani: alcune evidenze empiriche sui fattori che influenzano la performance economico-finanziaria - In-house companies for the management of municipal solid waste: some empirical evidence on factors influencing economic and financial performance

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2021 - 2

Autori vari

pagine: 28

Il settore delle società in-house oltre ad essere al centro dell’attenzione per il suo delicato equilibrio economico, sottolineato anche dalla normativa, può interessare aspetti ambientali come nel caso delle in-house operanti nel settore dei rifiuti solidi urbani. Da qui la scelta di indagare l’universo statistico composto da tutte le società in-house dei comuni italiani capoluoghi di provincia operanti in tale settore, con l’obiettivo di indagarne i fattori di influenza sulla performance economico-patrimoniale. Applicando la metodologia GLS (periodo 2011-2017), l’analisi consente di concludere che: 1) la dimensione delle aziende considerate ha un impatto inversamente proporzionale sulla performance; 2) le caratteristiche tecniche del servizio erogato influenzano in maniera non univoca i risultati; 3) l’orientamento politico del comune proprietario influenza negativamente le prestazioni economico-patrimoniali delle aziende selezionate; 4) maggiore è l’età media degli amministratori e migliore è la performance aziendale.Le secteur des entreprises in-house n’est pas seulement au centre de l’attention en raison de son équilibre économique délicat, qui est également souligné par la législation, mais il peut également avoir des répercussions sur les aspects environnementaux, comme dans le cas des entreprises in-house opérant dans le secteur des déchets solides municipaux. D’où le choix de l’univers statistique étudié, représenté par toutes les entreprises in-house des capitales provinciales italiennes opérant dans ce secteur, dans le but d’étudier les facteurs influençant leurs performances économiques et financières. En appliquant la méthodologie GLS (période 2011-2017), l’analyse permet de conclure que 1) la taille des entreprises considérées a un impact inversement proportionnel sur les performances ; 2) les caractéristiques techniques du service fourni influencent les résultats de manière non univoque ; 3) l’orientation politique de la municipalité propriétaire influence négativement les performances économiques et financières des entreprises sélectionnées ; 4) plus l’âge moyen des directeurs est élevé, meilleures sont les performances de l’entreprise.

I riflessi della manovra finanziaria sull'autonomia degli enti: centralismo, economicità e costituzionalità

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2004 - 1

Autori vari

pagine: 35

Le leggi finanziarie italiane varate negli ultimi anni paiono contraddire molti dei principi posti alla base del sistema delle autonomie locali. Per questo l’Università Bocconi ha intrapreso un percorso conoscitivo coinvolgendo numerosi studiosi e associazioni rappresentative degli enti locali italiani per valutare la portata effettiva di tale presunta incoerenza. Il risultato dello studio è pubblicato in questo numero monografico che, oltre a porre in risalto le numerose contraddittorietà del disegno legislativo nel suo complesso, formula paradigmi alternativi di interpretazione dei fenomeni e di risoluzione delle criticità.

Il bilancio consolidato nel gruppo locale: quale ruolo?

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2005 - 3

di Daniela Preite

pagine: 19

In un contesto di rapidi e profondi cambiamenti nella gestione dei servizi pubblici, gli enti locali si connotano sempre più per l’assunzione di un ruolo di vertice del gruppo pubblico locale. Tale dinamismo rafforza il fabbisogno di accountability sui risultati delle azioni di governo, indirizzo e controllo delle aziende partecipate e impone il ricorso a nuovi strumenti informativi. Il bilancio consolidato rappresenta uno strumento del sistema informativo-contabile di gruppo particolarmente innovativo se contestualizzato nell’ambito degli enti locali. In questo scritto, si delineano le caratteristiche principali del bilancio consolidato del gruppo pubblico locale, al fine di evidenziarne le potenzialità e le difficoltà applicative in ambito pubblico.

Trasparenza verso i cittadini nell'informativa di bilancio dell'ente locale

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2005 - 4

Autori vari

pagine: 32

È possibile rafforzare la valenza informativa del bilancio dell’ente locale verso i cittadini? Il contributo si pone l’obiettivo di esplorare il potenziale informativo dei documenti di sintesi obbligatori, evidenziandone opportunità e limiti ai fini della trasparenza verso la comunità amministrata. Attraverso la riclassificazione del bilancio consuntivo del Comune di Milano si propongono alcuni principi di disclosure per informare i cittadini su come vengono utilizzate le risorse finanziarie della comunità.

La contabilità economico-patrimoniale negli enti locali: l'esperienza dei piccoli Comuni leccesi

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2005 - 4

Autori vari

pagine: 18

La ricerca si propone di verificare il livello e le modalità di introduzione della contabilità economico-patrimoniale nei piccoli Comuni della Provincia di Lecce, mettendo in luce gli elementi di criticità tipici degli enti di piccola dimensione. La vivacità del dibattito economico-aziendale e il dettato legislativo che spingono verso la diffusione della contabilità economico-patrimoniale in tutte le classi di aziende non sempre trovano riscontro nelle realtà esaminate. Dall’analisi delle pratiche contabili adottate, infatti, emerge con forza il ruolo centrale ricoperto dalla contabilità finanziaria, la cui presenza è “legittimata” dalla norma; ciò a differenza della contabilità economico-patrimoniale, la cui diffusione, nei piccoli Comuni, rappresenta una “sovrastruttura” della finanziaria. Le ragioni sono da ricercarsi sia nella carenza di risorse umane e finanziarie, sia nella scarsa conoscenza dell’effettiva utilità, anche per i piccoli Comuni, dello strumento economico.

Accountability sui risultati del gruppo pubblico locale. Il bilancio consolidato della città di Toronto

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2007 - 3

di Daniela Preite

pagine: 33

La rendicontazione del gruppo pubblico locale genera una forte responsabilità nei confronti del cittadino/utente, in quanto è legata alla necessità di “rendere conto” sulle attività relative all’erogazione dei servizi pubblici. Si rafforza, perciò, la dimensione del fabbisogno di accountability sui risultati, in termini di impatto sui bisogni. A tale scopo, i gruppi pubblici locali canadesi incoraggiano e promuovono il principio dell’accountability e la misurazione della performance. Il presente lavoro si propone di presentare l’esperienza del bilancio consolidato della città di Toronto, alla luce del principio di accountability, su cui si stanno orientando gli enti locali canadesi. Il caso si pone la finalità di fornire alcuni spunti per la realtà italiana.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.