Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Riccardo Mussari

Riccardo Mussari
autore
Maggioli Editore
Professore ordinario,Università degli Studi di Siena

Libri dell'autore

Il nuovo sistema contabile delle università

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2015 - 3

Autori vari

pagine: 20

La riforma del sistema contabile delle università pubbliche è il tema al quale Azienda Pubblica dedica questo numero speciale. L’articolo di apertura ha un taglio prevalentemente teorico. Innanzitutto, il contributo propone alcune considerazioni sui potenziali elementi di incoerenza fra le disposizioni normative che disciplinano il nuovo sistema contabile degli atenei, consolidati principi della teoria contabile e la migliore prassi maturata nelle imprese. In particolare, ci si sofferma, per un verso, sulle potenziali criticità derivanti dalle differenze fra le soluzioni contabili dettate dal legislatore per le università e per le altre amministrazioni pubbliche con particolare riguardo al ruolo della contabilità a base economicopatrimoniale e, per l’altro, sull’interpretazione teorica del principio di unicità del bilancio, uno dei cardini della riforma oggetto di approfondimento nell’intero numero speciale. A questo specifico riguardo, una particolare attenzione è posta sulla necessità che i documenti contabili di sintesi siano in grado di soddisfare le attese informative di tutti i portatori di interessi e non solo di una parte, anche rilevante, degli stessi. Nella parte conclusiva, l’articolo suggerisce spunti di riflessione teorica, di portata più generale, su alcune chiavi interpretative utili per spiegare le cause e indagare gli effetti dei processi di cambiamento dei sistemi contabili delle amministrazioni pubbliche. Più specificatamente, si rende evidente la necessità di considerare gli effetti che il mutamento dei sistemi contabili genera nelle “situazioni sociali” che caratterizzano l’operare degli atenei, in alternativa alla tradizionale prospettiva funzionalista.

Il processo di cambiamento del sistema contabile nelle università: aspettative, difficoltà e contraddizioni

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2014 - 2

Autori vari

pagine: 23

L’articolo muove dall’assunto teorico che la contabilità non è solo una tecnica o una tecnologia, ma anche una pratica sociale e istituzionale e si avvale dei contributi dottrinali sui processi di cambiamento contabile delle pubbliche amministrazioni. Il contributo propone alcune riflessioni critiche sulle conseguenze della prossima adozione da parte delle università pubbliche di un sistema di contabilità e bilancio a base economico-patrimoniale. Come esempio emblematico della problematicità della transizione in atto, si esamina la relazione fra il risultato di amministrazione, rilevato dalla preesistente contabilità a base finanziaria, e il patrimonio netto, mettendo in evidenza le difficoltà a mantenere inalterato il sistema dei vincoli che caratterizzava il precedente regime contabile.

Brevi considerazioni sui mutamenti in atto nei sistemi di contabilità pubblica

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2012 - 1

di Riccardo Mussari

pagine: 12

Il contributo si propone di fornire una prima analisi teorica del processo di armonizzazione contabile che interessa le amministrazioni pubbliche (AP) italiane. Per conseguire tale finalità, dopo un sintetico richiamo alle disposizioni normative, anche costituzionali, che disciplinano la materia, si cerca di verificare se e in quale misura la proposta riformatrice possa effettivamente ricondursi al concetto di “armonizzazione contabile” così come, da tempo, definito dalla dottrina ragionieristica italiana e internazionale. La tesi fondamentale dell’articolo è che richiedendosi una completa uniformazione dei sistemi di contabilità e bilancio, il Legislatore sembra orientare tutte le AP non verso l’armonizzazione né verso la standardizzazione, quanto piuttosto verso l’unificazione contabile. Tale prima conclusione è foriera di rilevanti conseguenze sul piano teorico posto che, per un verso, si opta per una soluzione non propriamente ispirata alla cultura contabile dei Paesi che tradizionalmente hanno adottato modelli istituzionali, fiscali e amministrativi di matrice federale e, per l’altro, tale scelta sembra assunta più per necessità di tipo classificatorio e statistico che aziendale e manageriale. Pertanto, l’orientamento assunto dal legislatore distingue il caso italiano rispetto alle esperienze, ormai consolidate, di molti altri Paesi. Altrove i processi di riforma della contabilità pubblica si spiegano soprattutto col tentativo di assegnare al sistema di contabilità e bilancio la funzione di accrescere la razionalità economica dei processi decisionali e di valutazione nelle e delle AP tentando di rafforzare il binomio autonomia/responsabilità per i risultati, profili che nel nostro caso restano sullo sfondo.

Pubblico e privato: armonizzare gli opposti

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2011 - 2

Autori vari

pagine: 19

Il lavoro traccia una sintesi del dibattito dottrinale in materia di economia e management delle amministrazioni pubbliche e propone una riflessione sul concetto di valore pubblico. Vengono approfondite in particolare le dimensioni singolare e plurale del valore pubblico, sia in riferimento ai fabbisogni da soddisfare che ai processi decisionali e produttivi propri delle amministrazioni pubbliche. Ciò determina l’affermazione di logiche di rete, che richiedono di coniugare gli interessi particolari con gli obiettivi comuni al fine di consentire uno sviluppo equilibrato dell’intero sistema economico e sociale.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.