Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Lucia Giovanelli

Lucia Giovanelli
autore
Maggioli Editore
Lucia Giovanelli è professore ordinario di Economia Aziendale presso il Dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell’Università degli Studi di Sassari. Le sue pubblicazioni trattano principalmente temi di contabilità, programmazione, controllo, misurazione e valutazione delle performance applicati alle amministrazioni pubbliche e in particolare alle aziende sanitarie.

Libri dell'autore

Dalla programmazione ai risultati della gestione nel sistema di bilancio delle regioni. Il principio della coerenza quale “filo di Arianna”

From planning to reporting in the regional accounting system. The coherence principle as "Ariadne's thread”

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2018 - 4

Autori vari

pagine: 16

Il contributo approfondisce il tema del cambiamento contabile e di bilancio nelle regioni italiane disciplinato dal d.lgs. n. 118/2011. L’indagine si concentra sull’esperienza della Regione Liguria ed è volta a mettere in luce le criticità nell’applicazione delle nuove regole contabili per suggerire appropriate soluzioni operative e offrire spunti teorici per interpretare le condizioni di efficacia nell’implementazione degli strumenti manageriali nelle regioni. Le conclusioni confermano la tendenza a un’adozione formale delle novità descritta in letteratura e per contrastarla suggeriscono di puntare sulla loro semplificazione, ma anche sulla crescita delle persone e sull’attivazione di percorsi di interiorizzazione delle innovazioni contabili tramite la formazione, la comunicazione e la condivisione, meccanismi utili per sedimentare una nuova cultura organizzativa. Emerge inoltre il ruolo cruciale dei principi generali contenuti nelle norme per guidare i comportamenti, in particolare il principio della “coerenza” che, come il “filo di Arianna”, orienta l’applicazione delle innovazioni per finalizzarla a migliorare le performance di un ente.Cette contribution se propose d’approfondir la question des modifications comptables et budgétaires dans les régions italiennes régies par le décret législatif no. 118/2011. L’étude se concentre sur l’expérience de la région Ligurie et vise à mettre en évidence les problèmes liés à l’application des nouvelles règles comptables afin de proposer des solutions appropriées et d’ouvrir des pistes de réflexion permettant d’interpréter les conditions d’efficacité de la mise en oeuvre des instruments de gestion dans les régions. Les conclusions confirment la tendance à adopter formellement les nouveautés décrites dans les travaux précédents et, pour la contrer, suggèrent de se concentrer sur leur simplification, mais aussi sur la croissance des personnes et sur l’activation de voies d’internalisation des innovations comptables par le biais de la formation, de la communication et du partage, c’est-à-dire de mécanismes utiles pour établir une nouvelle culture organisationnelle. Il faut souligner également le rôle crucial des principes généraux contenus dans les normes pour guider le comportement, en particulier le principe de “cohérence” qui, comme le “fil d’Ariane”, oriente l’application des innovations afin d’améliorer les performances d’une institution.

Le amministrazioni pubbliche tra autonomia e vincoli di sistema

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2013 - 3

di Lucia Giovanelli

pagine: 16

L’assetto istituzionale italiano si caratterizza per una configurazione federale sul piano interno e integrata con altri Stati in ambito europeo. In questo scenario, la ricerca di un benessere sostenibile nel tempo per le collettività pone alla ribalta del dibattito scientifico il tema dell’autonomia delle singole amministrazioni pubbliche e di come questa condizione possa conciliarsi con le crescenti tendenze alla regolamentazione che promanano dal governo centrale e dall’Europa. Il contributo si propone di fornire possibili risposte alla domanda se nel nuovo contesto possa intendersi superato il paradigma dell’economicità durevole ed autonoma elaborato dalla dottrina economico-aziendale come criterio decisionale utile per condurre le aziende alla creazione di valore nel tempo. A tal fine, si delineano sinteticamente i percorsi evolutivi del sistema pubblico e, parallelamente, delle teorie che hanno orientato le riforme a partire dall’Unità d’Italia, per poi analizzare i meccanismi di governance introdotti a livello centrale e tratteggiare, in conclusione, alcune possibili traiettorie di cambiamento. La tesi sostenuta è che, per garantire l’equilibrio di sistema, sia necessario rilanciare la prospettiva economico-aziendale che considera autonomia decisionale ed economicità quali condizioni da perseguire da parte dei singoli enti per raggiungere la propria missione nel tempo. La valorizzazione dell’autonomia dei soggetti istituzionali che configurano il sistema pubblico nel contesto europeo implica, in particolare, l’adozione di adeguati meccanismi di responsabilizzazione e di verifica dei risultati, operativi ed economicofinanziari, anche in relazione agli obiettivi comuni di derivazione comunitaria diretti a garantire, oltre al benessere dei cittadini, stabilità finanziaria e crescita economica per il Paese.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.