Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Elisabetta Reginato

Libri dell'autore

I bilanci pubblici italiani oltre l'armonizzazione

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2015 - 2

Autori vari

pagine: 15

L’Italia ha affrontato il processo di rinnovamento della pubblica amministrazione a partire dagli anni ’90. I sistemi informativi sono stati modificati secondo linee d’azione che mantengono la prevalenza della logica finanziaria, introducono in alcuni casi quella economica, definiscono ordinamenti contabili specifici per ogni categoria di amministrazione pubblica, consentono alle regioni di definire ulteriori specificità contabili per i territori di pertinenza. è andata così emergendo una pluralità di linguaggi poco utili per le necessità di governo e di accountability. Nel 2009 sono stati adottati nuovi provvedimenti e avviato un processo di armonizzazione. In controtendenza rispetto alle prassi prevalenti nei paesi riformatori, l’Italia mantiene la priorità della dimensione finanziaria nella rilevazione consuntiva, in linea con la tradizione e la cultura prevalente. Le amministrazioni in contabilità finanziaria adottano in parallelo quella economica; quelle già tenute all’economica riclassificano i valori su base finanziaria. Emerge un sistema generalizzato di contabilità integrata che consolida i valori finanziari; i gruppi pubblici consolidano invece secondo il modello società per azioni. L’articolo si interroga su una prassi che, a legislazione vigente, possa fondare il sistema informativo su un impianto contabile di tipo duplice, in grado pertanto di accogliere tanto la dimensione monetaria quanto quella di esecuzione del bilancio.

Cassa, competenza finanziaria e competenza economica: la scelta delle basi contabili in un sistema armonizzato di contabilità pubblica

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2012 - 1

Autori vari

pagine: 16

La contabilità pubblica è oggetto di elaborazione teorica da parte delle scienze manageriali, ma costituisce allo stesso tempo strumento di democrazia, costituzionalmente rilevante. Negli anni 2009-11 è ripreso in Italia un processo di riforma che tende ad adeguare gli strumenti informativi alle complessità dell’economia globalizzata. L’articolo analizza le tendenze in corso e le evoluzioni auspicabili sia nella dimensione tecnica delle basi e dei modelli contabili, sia in funzione delle esigenze etiche e politiche di democrazia compiuta, tenuto conto delle potenzialità comunicative oggi disponibili.

Norme e prassi contabili negli enti locali italiani: un approccio istituzionale

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2010 - 1

di Elisabetta Reginato

pagine: 26

In Italia i primi interventi normativi in materia di riforma dei sistemi contabili pubblici, nota con il termine internazionale New Public Financial Management, riguardano gli enti locali e risalgono al 1995. A quasi quindici anni da tali interventi ci si chiede quale sia il loro reale stato di attuazione, non tanto in termini di rispetto formale delle norme quanto di corretta interpretazione e utilizzo dei nuovi strumenti contabili che essi hanno introdotto. Le indagini empiriche finora condotte sul tema, evidenziano delle divergenze tra norme e prassi, ma appaiono piuttosto circoscritte e non ne approfondiscono le cause. Il presente studio si propone di fornire un contributo per questo aspetto, cercando di capire se la teoria istituzionale – institutional theory – possa rappresentare una prima utile chiave di lettura delle ragioni alla base del suddetto divario. A tal fine ci si avvale di un approccio metodologico di tipo esplorativo/esplicativo, basato su interviste a osservatori privilegiati.

Profili di accountability del sistema informativo degli enti locali italiani nel contesto internazionale

rivista: Azienda pubblica

fascicolo: Azienda pubblica - 2007 - 3

di Elisabetta Reginato

pagine: 30

All’interno di un sistema democratico, le relazioni di accountability si instaurano tra i cittadini e la classe politica e tra i politici e i dirigenti pubblici. Le modalità di realizzazione di tali relazioni sono rappresentate attraverso dei “codici” che utilizzano diversi strumenti contabili e la cui evoluzione è stata influenzata dalle riforme del management pubblico. L’articolo si propone di spiegare gli esiti del processo di riforma del sistema informativo degli enti locali italiani alla luce dei modelli di Lüder e di Pollit-Bouckaert e attraverso un’analisi comparativa con la normativa contabile degli USA. Viene altresì indagata la relazione, definita a livello di ipotesi, tra il livello di accountability raggiunto, da un lato, e il sistema legale, la cultura amministrativa e le modalità di svolgimento del processo di riforma del sistema informativo locale, dall’altro lato.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.