Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

La cultura strategica degli enti locali attraverso l’analisi del Documento Unico di Programmazione – The strategic culture of Italian capital cities conveyed by strategic plans

digital
La cultura strategica degli enti locali attraverso l’analisi del Documento Unico di Programmazione – The strategic culture of Italian capital cities conveyed by strategic plans
Articolo
titolo La cultura strategica degli enti locali attraverso l’analisi del Documento Unico di Programmazione – The strategic culture of Italian capital cities conveyed by strategic plans
autori

fascicolo Azienda pubblica - 2021 - 1
editore Maggioli Editore
pubblicazione 01/2021
5,99

Il paper affronta il tema della pianificazione strategica negli enti locali italiani ed analizza in particolare il contenuto del Documento Unico di Programmazione (DUP). L’obiettivo è quello di esplorare la capacità di formalizzazione della strategia rinvenibile nei DUP di un gruppo selezionato di 13 Comuni italiani, muovendo dalla ricerca, all’interno dei documenti stessi, dei principali elementi costitutivi della strategia. Per la selezione del campione si sono prese in considerazione le città stabilmente posizionate al primo e all’ultimo decile della classifica contenuta nel rapporto ICity Rate per il periodo 2015-2019. Dall’analisi emerge come, a prescindere dalla posizione degli enti in classifica, la capacità di sviluppare una visione strategica resta ad un livello superficiale mentre sembra non ancora matura la capacità di esplicitare obiettivi di sintesi, valori target e misure di risultato.


Le document aborde le thème de la planification stratégique dans les collectivités locales italiennes et analyse en particulier le contenu du document de programmation (Documento Unico di Programmazione - DUP). L’objectif est d’explorer la capacité de formaliser la stratégie qui émerge des DUP d’un groupe sélectionné de 13 Communes italiennes, à partir de la recherche, dans les documents eux-mêmes, des principaux éléments constitutifs de la stratégie. Pour la sélection de l’échantillon, les villes positionnées stablement dans le premier et le dernier décile du classement contenu dans le rapport ICity Rate pour la période 2015-2019 sont prises en compte. L’analyse montre que, quelle que soit la position des entités dans le classement, la capacité à développer une vision stratégique reste cependant à un niveau superficiel alors qu’il semble que la capacité à exprimer des objectifs de synthèse, des valeurs cibles et des mesures de résultats n’est pas encore mature.


The paper addresses the issue of strategic planning in Italian local authorities and analyzes the content of the Strategic Plan (Documento Unico di Programmazione - DUP). The aim is to explore the ability to formalize the strategy and its main constituent elements in the DUPs of a selected group of 13 Italian municipalities. The cities permanently positioned in the first and last decile of the ICity Rate ranking for the period 2015-2019 were considered for the selection of the sample. The analysis shows that, regardless of the position of the entities in the ranking, the ability to develop a strategic vision still remains at a superficial level while a lack of the ability to express objectives, targets and outcome measures is evident.
 

Biografia degli autori

Elena Zuffada

Elena Zuffada. Professore Ordinario di Economia Aziendale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza. È diretttore del Centro di ricerca per il cambiamento delle pubbliche amministrazioni (CeCAP) e della divisione di Public Management di ALTIS, Alta Scuola Impresa e Società. I principali interessi di ricerca riguardano le tematiche di cambiamento e innovazione della Pubblica Amministrazione, con specifico riferimento alle forme di gestione dei servizi pubblici, alle partnership pubblico-privato, al paradigma della sostenibilità, ai modelli organizzativi e ai sistemi di misurazione e gestione della performance.


Enrico Guarini

Enrico Guarini è professore associato di Economia aziendale presso il Dipartimento di Scienze economico-aziendali e Diritto per l’economia dell’Università di Milano-Bicocca. I suoi interessi di ricerca si concentrano sui sistemi di programmazione e controllo, governance, gestione finanziaria e bilancio nelle aziende pubbliche.

Elisa Mori

Elisa Mori ha conseguito il Dottorato in Diritto delle Relazioni di Lavoro nel 2013 presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Attualmente è assegnista di ricerca presso la Facoltà di Economia e Giurisprudenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e docente del corso di Management delle Amministrazione Pubbliche. Svolge attività di ricerca prevalentemente sui temi legati al management e alla sostenibilità delle pubbliche amministrazioni e della contabilità pubblica.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.