Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Dirigenti pubblici e ricerca accademica: rilevanza, uso e impatto

digital
Dirigenti pubblici e ricerca accademica: rilevanza, uso e impatto
Articolo
titolo Dirigenti pubblici e ricerca accademica: rilevanza, uso e impatto
autori

fascicolo Azienda pubblica - 2020 - 1
editore Maggioli Editore
pubblicazione 01/2020
5,99
Il rapporto tra chi crea teorie e conoscenza sul management pubblico e chi le dovrebbe utilizzare è stato oggetto di studi che hanno evidenziato un divario, considerato da alcuni autori, frutto di problemi di trasferimento della conoscenza prodotta, e da altri, conseguenza di un problema di produzione. La ricerca contribuisce a questo tema, poco indagato empiricamente, e fa parte di uno studio internazionale, del quale ha replicato il lavoro condotto nel Regno Unito da Talbot e Talbot (2014). Un questionario è stato inviato a 561 dirigenti, ex allievi della Scuola Nazionale dell’Amministrazione, a cui hanno risposto in 211. L’obiettivo è comprendere la percezione da parte della dirigenza pubblica italiana dell’accessibilità, dell’utilità, della rilevanza e dell’impatto della ricerca accademica sui processi di apprendimento e decisionali. L’analisi dei dati evidenzia alcuni segnali positivi del superamento del gap tra ricerca accademica e prassi, derivante dai suddetti problemi di trasferimento e produzione della conoscenza.

La relation parmi les développeurs de théories et des connaissances sur le management public et les utilisateurs potentiels a été objet d’études qui ont mis en évidence un écart, considéré, par les uns, comme le résultat de difficultés de transmission de la connaissance produite, et par les autres, comme la conséquence d’un problème lié à la production de cette connaissance. La recherche contribue à cet sujet, peu étudié dans la pratique, et fait partie d’un plus vaste projet, conduit dans le Royaume Uni par Talbot & Talbot (2014). Un questionnaire a été envoyé à 561 dirigeants, anciens élèves de l’Ecole Nationale de l’Administration. Cette recherche vise à comprendre la perception, de la part des dirigeants publics italiens, de l’accessibilité de la recherche académique, de son utilité et relevance dans les procès d’apprentissage, ainsi que de son impact sur la prise des décisions. L’analyse des données montre des signes positifs de franchissement du «gap» entre recherche universitaire et la pratique, résultant de problèmes de transfert et de production de connaissances.
The relationship between those who create theories and knowledge on public management and those who should use them has been the subject of studies that have highlighted a gap deriving from problems of transfer or problems of knowledge production. The present work contributes to this theme, which it has been little explored empirically, and is part of an international study, of which it has replicated the work conducted by Talbot and Talbot (2014) in the United Kingdom. A questionnaire was sent to 561 managers, former students of the National School of Administration, to which 211 replied. The goal is to understand the perception by Italian public managers of accessibility, usefulness, relevance and impact of academic research on learning and decision-making processes. The analysis of the data highlights some positive signs of overcoming the gap between academic research and practice, resulting from the aforementioned knowledge transfer and production problems.
 

Biografia degli autori

Denita Cepiku

Denita Cepiku è professoressa associata presso l’Università di Roma Tor Vergata. Nella sua ricerca si occupa principalmente di governance collaborativa, pianificazione strategica e gestione delle performance, e impatto e gestione della crisi economica. È Presidente della Commissione Tecnica per le Performance DFPPCM. Fa parte dei comitati editoriali di Public Management Review, International Journal on Public Sector Performance Management, Azienda Pubblica, Mecosan: Management e Economia Sanitaria, Brazilian Journal of Public Administration RAP.

Alfredo Ferrante

Alfredo Ferrante, Dirigente dello Stato proveniente dalla esperienza dei corsi-concorso della Scuola Nazionale dell’Amministrazione (SNA), è in servizio presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Laureato in Scienze Politiche, è specializzato in studi europei ed internazionali ed è dottore di ricerca in Public Management and Governance. Già Presidente dell’associazione degli ex allievi della SNA. Cura il blog www.tantopremesso.it.

Saverio Lovergine

Saverio Lovergine, PhD, Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche (INAPP); rappresentante dello Stato italiano in ESCO mswg in CE, e senior consultant di numerose AA.PP. Svolge attività di ricerca su management e governance delle AA.PP.; robotica, AI e nuove tecnologie digitali; mercato del lavoro, istruzione e formazione. Collabora con la cattedra di Economia Aziendale dell’Università di Roma Tor Vergata; ed è componente del gruppo di lavoro su Intelligenza Artificiale all’Università Pontificia Salesiana di Roma. Fa parte del comitato editoriale di European Scientific Journal.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.