Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

I controlli interni per il buon andamento del settore pubblico italiano

digital
I controlli interni per il buon andamento del settore pubblico italiano
Articolo
titolo I controlli interni per il buon andamento del settore pubblico italiano
autori
fascicolo Azienda pubblica - 2013 - 4
editore Maggioli Editore
pubblicazione 01/2013
5,99
Si ritiene comunemente che i controlli interni costituiscano utile strumento perché le organizzazioni economiche possano controllare i rischi di malfunzionamento. In campo pubblico prevalgono standard, basati sul COSO Report, quali il PIfC dell’UE e le Linee guida dell’INTOSAI. In Italia il d.lgs. 286/1999 ha avviato un processo di superamento del tradizionale approccio basato sul controllo preventivo di legittimità che è ancora oggi oggetto di modifiche normative. La ricerca pone a confronto il modello italiano con gli standard internazionali e si propone di definire le caratteristiche e il grado di originalità del primo, valutarne la coerenza interna e porre le basi concettuali e terminologiche di un percorso di ricerca relativo all’utilità dei controlli per il buon andamento
 

Biografia degli autori

Aldo Pavan

Aldo Pavan è professore ordinario di Economia Aziendale e direttore del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università degli Studi di Cagliari. La sua attività di ricerca è principalmente centrata sull’evoluzione dei modelli di programmazione e controllo nelle amministrazioni pubbliche, con particolare riguardo ai controlli interni e al contrasto ai fenomeni corruttivi.

Isabella Fadda

Ricercatrice Confermata di Economia Aziendale presso l'Università degli Studi di Cagliari

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.