Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Una nuova politica finanziaria per la montagna

digital
Una nuova politica finanziaria per la montagna
Articolo
titolo Una nuova politica finanziaria per la montagna
autore
fascicolo Azienda pubblica - 2004 - 1
editore Maggioli Editore
pubblicazione 01/2004
5,99
Il lavoro s’interroga sulle possibili alternative per favorire uno sviluppo equilibrato delle aree montane. Accanto ad un approccio di sviluppo integrato, sostenibile e “dal basso”, e al ruolo istituzionale delle Comunità Montane, forte enfasi è posta su un modello di finanza adeguato al contesto. Solo un approccio sussidiario e federalistico può venire incontro alle esigenze delle aree alpine. Il lavoro declina in tre livelli una finanza che inveri il principio base “le risorse della montagna alla montagna”: una autonomia impositiva territoriale (possibilmente coordinata), un Fondo regionale di perequazione e promozione delle sviluppo, un Fondo nazionale che finanzi la dimensione infrastrutturale e di bene pubblico dell’ambiente.
The paper analyses different alternatives supporting an even development of mountain areas. Jointly with a comprehensive, sustainable, and “bottom up” development, and with a new institutional role of “Comunità Montane” (Mountain Communities), the search for a “suitable” finance frame, fitting with the Alpine “milieu”, receives a strong emphasis. A clear assumption is that only a subsidiary and federalist approach can match the requirements of the mountain areas. The paper distinguishes three different financial levels trying to fulfil the core principle “Alpine assets and resources have to remain linked to Alpine space”: a municipal tax system, a regional Found to foster development and balance territorial disparities, and a National Found supporting infrastructures and environmental public goods.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.